IRAN - Tabriz

Viaggio Individuale: La via delle carovane

  • Tour , Tour privato , Volo + Tour , Tour individuali
  • 11 giorni / 9 notti
  • 3 stelle , 4 e 5 stelle
  • Pensione completa

Sono i mille volti di questo grande Paese che ci invitano a ritornare in Iran più di una volta. Cerchiamo le tracce della storia nei percorsi che toccano i siti più antichi della Grande Persia, da Teheran a Shiraz camminando nel tempo tra le vestigia di Persepoli e le imponenti architetture della bella Isfahan.
La storia e la cultura di questo paese si respirano neli profumi delle varie città, si ammirano nei colori dei mercati, si ascoltano nelle preghiere che arrivano dai minareti, si ammirano nei dettagli delle miniature e delle decoratissime moschee.
In questo viaggio calchiamo le impronte di Ciro, di Dario ed Alessandro, respiriamo le antiche civiltà e i loro regni, la bellezza che il solo nominarli evoca ancora; cerchiamo i profumi di rosa tra i giardini di Persia che risuonano di acque e delle lievi parole dei grandi poeti.

Dettagli

Programma di viaggio

Lungo la Via della Seta da Tabriz a Mashad

1° giorno ITALIA / TABRIZ :Partenza dall’ Italia con voli di linea. Arrivo e disbrigo delle pratiche doganali. Incontro con la guida locale, trasferimento in hotel e pernottamento.

2° giorno TABRIZ: Pensione completa. La città, la più grande dell’Iran nord occidentale, si trova a 1400 m. sul livello del mare. Come si può notare dall’architettura a dai tratti somatici delle persone, la città è più russa che persiana; i numerosi terremoti hanno lasciato in piedi poco dell’antica Tabriz. Visita del Museo archeologico, della Moschea Blu, costruita nel 1465 crollata in seguito a due terremoti e ora solo parzialmente ricostruita, del bazar, esteso e labirintico, uno dei più grandi mercati coperti d’oriente costruito oltre 1000 anni fa, patrimonio UNESCO. Tra negozi e cortili tipici trovano posto locande e luoghi di preghiera.

3° giorno TABRIZ /ASTARA: Pensione completa. Partenza per Astara, cittadina situata sul Mar Caspio. Sosta ad Ardabil, ricordata soprattutto per aver dato i natali a due grandi leader: lo sceicco Safi-od-Din (1253-1354), patriarca e grande derviscio mistico sufi, ed il suo discendente Ismail Safavi che nel 1502 diventò scià di Persia iniziando la gloriosa dinastia che governò per oltre 2 secoli. Visita del magnifico mausoleo dello Sceicco Safi. Proseguimento per Astara.

4° giorno ASTARA/ MASSOULEH / RASHT: Pensione completa. Partenza per Massouleh, villaggio vecchio di almeno 1000 anni. Sosta a Bandar-e Anzali, la città portuale più importante del Mar Caspio. Qui si trova la laguna di acqua dolce più grande al mondo, ed è famosa per il birdwatching. Via Rasht e Fuman si arriva quindi a Massouleh, uno dei villaggi più belli del Paese, che sorge in mezzo alle foreste e le cui case color terra si inerpicano rapidamente sul fianco della montagna, in modo tale che il tetto di una casa finisce di fronte all’ingresso dell’altra. Rientro a Rasht.

5° giorno RASHT / TEHRAN: Pensione completa. Partenza per Tehran. Sosta a Qazvin, rinomata per i tappeti e un tempo capitale del Paese. Visita della Moschea del venerdì, dell’epoca dei Segiulchidi, del mausoleo Shah Zadeh Hossein, del Chetel Sotun, edificio cubico circondato da colonne un tempo palazzo reale. Arrivo a Tehran.

6° giorno TEHRAN / SEMNAN: Pensione completa. In mattinata visita del Museo Archeologico, con antichi oggetti preislamici e islamici, come il bassorilievo della sala delle udienze e la famosa iscrizione di Dario in tre lingue. Al termine partenza per Varamin e visita della Moschea degli Ilcanidi, risalente al periodo mongolo, e quindi proseguimento per Semnan, al limitare del deserto Dasht-e Kavir, tappa fondamentale sulla via della seta. All’interno dell’affascinante bazar si trova un interessante complesso di edifici storici.

7° giorno SEMNAN / BASTAM: Pensione completa. Partenza per Damghan e visita di questa storica località situata sulla rotta carovaniera, al limitare del grande altopiano desertico, tra suggestivi crinali aridi e rocciosi, con la Moschea Tarikhuneh, singolare struttura in mattoni di fango, seconda moschea più antica del Paese e forse eretta come tempio zoroastriano. Proseguimento per Bastam, antico anche se oggi piccolo villaggio, risalente al VI secolo a. C., conosciuto soprattutto per il mausoleo del mistico sufi Bayazid Bistami e per la torre Kashaneh.

8° giorno BASTAM /MASHAD: Pensione completa. Partenza per Neyshabur, fondata intorno al III secolo d.C. e durante il periodo selgiuchide fiorente centro letterario, artistico ed accademico. Oggi è famosa soprattutto per aver dato i natali all’eclettico poeta Omar Khayyam. Visita del complesso della sua tomba, all’interno di bei giardini. Proseguimento per Mashad, la città religiosamente più importante del Paese e la seconda per dimensioni.

9° giorno MASHAD: Pensione completa. Escursione a Torbat-e Jam, antica cittadina sunnita a 160 km da Mashad, dove lì atmosfera è molto più orientale rispetto alle altre città iraniane. Qui è assolutamente imperdibile il magnifico complesso del mausoleo di Jami, una decina di edifici religiosi che circondano la tomba dello sceicco Ahmad Jami, mistico poeta sunnita del XII secolo. Al termine della visita rientro a Mashad ed inizio delle viste della città con il magnifico complesso dell’Haram, che commemora il martirio dell’ottavo imam dell’islam sciita Reza, avvenuto nell’818 d.C. 20 milioni di pellegrini convergono ogni anno nella città per rendere omaggio a questo santuario. Assistere alle manifestazioni di cordoglio ancor oggi molto sentite è un’esperienza molto commovente.
10° giorno MASHAD: Pensione completa. Completamento delle visite della città ed escursione ai resti di due dei più grandi tra tutti i caravanserragli, costruiti lungo l’antica via della seta: Robat Sharaf, costruito nel XII secolo, con un iwan che conserva alcune interessantissime decorazioni, e Robat-eMahi, in una zona ventosa dove si possono trovare i resti di antichi mulini a vento. Camere a disposizione fino al trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia.

11° giorno MASHAD / ITALIA: Partenza con il volo di rientro per l’Italia.

Hotel previsti o similari:
Tabris: Hotel Pars 5 stelle
Astara: Hotel Espinas 3 stelle
Rasht: Hotel Ordibest 3 stelle
Tehran: Hotel Kowsar 4 stelle
Semnan: Hotel Grand Inn 3 stelle
Bastam: Hotel Grand Inn 3 stelle
Mashad: Hotel Pars 5 stelle

Date e prezzi
Prezzo
Incluso/Escluso
Le quote si intendono per persona adulta in camera doppia 

La quota comprende:
- Voli di linea da Milano o Roma Turkish Airlines in classe economica
- Voli interni come da programma
- Guida parlante italiano per tutta la durata del tour 
- Trasporti su veicoli privati, Visite e ingressi ai siti come da programma 
- 9 pernottamenti in camera doppia negli alberghi indicati o similari 
- Trattamento come da programma con prime colazioni in hotel, pranzi e cene in ristoranti
- Acqua durante i trasferimenti 


La quota non comprende:
- Tasse aeroportuali a partire da euro 220 (da riconfermare al momento della prenotazione)
- Costo unico di prenotazione comprendente oneri di gestione pratica, assicurazione medico-bagaglio e prezzo garantito dopo la prenotazione (blocco prezzo/cambio eur/usd) 80 euro a persona
- Eventuale supplemento volo per classi superiori (in base alle tariffe disponibili al momento della prenotazione)
Visto obbligatorio, 90 euro per persona
- Polizza Annullamento facoltativa con premio pari al 3% del totale pratica
- Eventuale adeguamento valutario
- Le bevande, i facchinaggi e i pasti non menzionati, le spese di carattere personale, mance e tutto quanto non indicato nella voce "La quota comprende".
Appunti di Viaggio

Fuso Orario
2 ore e 30 minuti in più rispetto all'Italia.

Clima
Il clima è di tipo continentale, con inverni molto freddi, data anche la diffusa altitudine, ed estati molto calde ed assolate. Vi sono forti escursioni termiche giornaliere e stagionali, accentuate nelle zone desertiche interne. Le piogge sono regolarmente presenti solo nelle regioni nord-occidentali, la neve compare sui monti Zagros ad occidente ed Elburz a ridosso del Mar Caspio. Le stagioni intermedie (autunno e primavera) sono quelle più consigliate per visitare il Paese. La zona del Golfo (Susa e Choga Zanbil) è impraticabile da fine aprile a fine ottobre per le elevatissime temperature, rese insopportabili dalla forte umidità.

Alimentazione Corrente
La corrente elettrica è di 220 Volts. E' consigliabile comunque munirsi di un adattatore a lamelle piatte.

Valuta
L'unità monetaria ufficiale è il Ryal iraniano, suddiviso in 100 dinar. E' consigliabile essere forniti di US$, mentre le Carte di credito americane non sono accettate. Le Carte di credito in genere non sono ancora molto diffuse, alcuni negozi ed alcuni alberghi comunque le accettano. Non è quasi mai possibile cambiare le Lire. Il cambio deve essere effettuato in banca.

Vaccinazioni
Non è richiesta alcuna vaccinazione. E' richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla solo per i viaggiatori provenienti da zone infette. Si consigliano le normali precauzioni su cibo ed acqua. Suggeriamo inoltre si portare con sé una scorta di medicinali contro dissenteria ed infezioni intestinali, creme o lozioni solari e un repellente per insetti.

Orari Banche e Negozi
Le banche sono aperte dalle 8.30 alle 13.00, sono chiuse il giovedì e il venerdì secondo la norma musulmana. I negozi sono aperti dalla mattina alle 20.00, i mercati chiudono verso il tramonto. Tutte le attività commerciali sono chiuse il giovedì e il venerdì secondo la norma musulmana.

Giorni Festivi
9-10 febbraio: Anniversario della vittoria della Rivoluzione Islamica nel 1979 20 marzo: Anniversario della nazionalizzazione dell'industria petrolifera nel 1951 21 marzo: Capodanno persiano 31 marzo: Giorno della Repubblica Islamica 1° aprile: Giorno della passeggiata pubblica 4 giugno: Anniversario della prima ribellione islamica contro il regime Pahlavi Le feste religiose musulmane (Inizio e fine del Ramadan, Festa del sacrificio di Abramo, Nascita di Maometto, Primo Moharram o Capodanno islamico) seguono il calendario lunare, le date pertanto variano ogni anno.

Folklore ed eventi culturali
L'Iran non è un Paese particolarmente ricco di feste e di folklore. La vita dei villaggi si anima solo in occasione delle feste religiose e dei riti nuziali che si celebrano secondo le regole comuni a tutto l'Islam e con una serie di giorni dedicati ai festeggiamenti, con balli e musiche eseguite da gruppi di musicanti. Le aree periferiche dell'Iran sono invece più vivaci dal punto di vista folkloristico, e ciò è dovuto alla maggiore presenza di gruppi nomadi che mantengono ancora vive le loro tradizioni culturali. Ci riferiamo in particolare ai Curdi, ai Bactiari e ai Qashqai. L'Iran segue il calendario solare, ma vengono anche utilizzati i calendari lunari dell'Egira e quello cristiano. Il calendario religioso si inaugura in Iran con la ricorrenza del Capodanno, il Now Ruz il 21 marzo, primo giorno di primavera testimone della cultura agricola dell'Iran. Le città vengono addobbate con drappi e bandiere e si animano nella vivace atmosfera della festa. I festeggiamenti durano 13 giorni e durante questo periodo le persone si incontrano per scambiarsi regali e auguri. Tre sono le cerimonie religiose: quella della vigilia, quella di Now Ruz e quella del tredicesimo giorno. Il pranzo della vigilia raduna tutti i membri della famiglia attorno alla tavola su cui viene servito il tradizionale piatto di riso e verdure. Le consuetudini si protraggono per altri 12 giorni, dopo i quali nel giorno di chiusura si è soliti trascorrere la giornata all'aria aperta, in campagna o nei giardini di città. In questa festività gruppi numerosi di pellegrini confluiscono nella città di Isfahan. Un'altra festività importante riguarda la fine del mese del Ramadan.

Cucina
La cucina iraniana non è molto varia, ma piuttosto saporita. I piatti principali sono per lo più a base di riso, di carne di pollo e montone con varie verdure, insaporite talvolta con lo yogurt. E' sempre presente il riso bollito, preparato con limone e melograno. Sono molto buoni inoltre i piatti preparati con il pesce fresco del Mar Caspio o del Golfo Persico, il "kebab" di gamberoni e il caviale, che però non si trova in tutte le stagioni. Il piatto principale è una specie di zuppa piuttosto densa a base di erbe e verdure e ricoperta di latte cagliato. Tra i contorni da assaggiare vi sono quelli a base di cipolle e i pomodori mescolati con paprica e yogurt. La frutta occupa un posto molto importante nella cucina iraniana, in particolare l'uva di cui vi sono ben 70 varietà, i meloni, le albicocche e le mele. Di solito si beve il tè, mentre la bevanda nazionale è il "dough" (yogurt diluito con acqua e ghiaccio). I piatti più gustosi sono il "Chelo jujet" (riso bollito col burro che si consuma con pollo allo spiedo), il "Chelo tokhm-e morgh" (riso bollito condito con tuorli d'uovo), il "Kateh" (simile al nostro risotto, condito con grasso di montone e spezie, e consumato con pesce o carne), lo "Shami lappeh" (frittelle preparate con montone, uova, pepe, zucchero, zafferano e yogurt). Lo yogurt non manca mai sulla tavola iraniana, ed è presente nelle minestre o nei piatti con gli spinaci, una delle ricette più note è l' "Ashe sak" una zuppa vegetale con lo yogurt. Ricordiamo inoltre che per motivi religiosi in Iran non si consuma carne di maiale e sono proibiti gli alcolici.

Cosa comperare
L'artigianato locale è famoso in tutto il mondo. Gli acquisti più ricercati sono i famosi tappeti persiani, i kilim, di varie qualità, diversi colori e disegni secondo la regione che li produce e le tecniche adoperate che gli iraniani si tramandano da secoli. Si possono inoltre acquistare bellissimi oggetti di oreficeria, filigrane e monili d'argento, oggetti in rame smaltato, stoffe e smalti. Da acquistare l'ottimo caviale iraniano. E' preferibile evitare l'acquisto di oggetti o tappeti antichi, in quanto la dogana iraniana non ne permette l'esportazione. All'aeroporto si può comprare dell'ottimo caviale del Mar Caspio in valuta locale. I luoghi più adatti dove fare acquisti sono i bazar, che si trovano in tutte le città principali, a Teheran, a Isfahan, a Shizar e a Yazd.

Consigli Utili
Sono previste pene severe per il possesso, l'uso e il traffico di stupefacenti, anche con il rischio della pena capitale. Le signore dovranno portare un foulard sul capo e avere le gambe e le braccia coperte.


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!